Aiga Salerno ed ELSA Salerno

Comunicato del 16.10.2014 AIGA SALERNO: DAL CONGRESSO FORENSE ALL'UNIVERSITA' Reduce dal XXXII Congresso Nazionale Forense di Venezia, stamane Aiga Salerno h...

Meccanismi Alternativi di risoluzione delle controversie nel commercio elettronico

Aula Parrilli - Tribunale di Salerno 15.10.2014 - ore 9.30 Giornata di studi sul tema "Meccanismi alternativi di risoluzione delle controversie nel commerc...

Elezione per i delegati OUA: Aiga Salerno corre da Sola e conquista due delegati.

  COMUNICATO STAMPA - Avv. Giovanni Balbi, Presidente Aiga Salerno   Nella contesa elettorale di venerdì scorso la nostra associazione aveva scelto di corr...

Corso di preparazione all'esame di Avvocato 2014

  Aula Parrilli 09.09.2013 - 27.11.2013

Il Sovraffollamento carcerario alla scadenza della sentenza Torreggiani

IL SOVRAFFOLLAMENTO CARCERARIO ALLA SCADENZA DELLA SENTENZA TORREGGIANI di Chiara Zucchetti e Fabrizio Di Zozza – Giunta Nazionale Aiga  

  • Aiga Salerno ed ELSA Salerno

    Giovedì 16 Ottobre 2014 20:01
  • Meccanismi Alternativi di risoluzione delle controversie nel commercio elettronico

    Martedì 14 Ottobre 2014 14:24
  • Elezione per i delegati OUA: Aiga Salerno corre da Sola e conquista due delegati.

    Martedì 24 Giugno 2014 13:53
  • Corso di preparazione all'esame di Avvocato 2014

    Domenica 22 Giugno 2014 19:34
  • Il Sovraffollamento carcerario alla scadenza della sentenza Torreggiani

    Giovedì 05 Giugno 2014 17:08
Scedenze Fiscali e Contributive Avvocati Ottobre - Dicembre 2014 PDF Stampa E-mail
Venerdì 24 Ottobre 2014 12:38
a cura della Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , commercialista in Salerno
Leggi tutto...
 
Ai fini della revocazione della donazione, l’ingratitudine deve manifestarsi in atteggiamenti gravi, disvelanti un sentimento di avversione, reale e perdurante, tale da ripugnare alle coscienza comune. PDF Stampa E-mail
Venerdì 24 Ottobre 2014 12:26

L’ingratitudine, intesa quale presupposto necessario ai fini della revocabilità della donazione, deve essere connessa ad una valutazione sociale ed etica del comportamento da svolgersi contro la sfera morale e spirituale del donante in modo diretto ed esplicito, con manifestazioni di gravità disvelanti un sentimento di avversione, reale e perdurante, verso il donante, tale da ripugnare alla coscienza comune

 

Trib. Salerno, n. 2560/14, rel. dott.sa Bianchi.

 
Inapplicabilità della sospensione feriale dei termini ex L. 742/1969 al termine decadenziale ex DPR 1199/1971 per la proposizione del ricorso straordinario al Capo dello Stato PDF Stampa E-mail
Venerdì 24 Ottobre 2014 12:32

Con parere di Adunanza di Sezione Prima n. 01201/2014 del 10.04.2014, il Consiglio di Stato in sede Consultiva (Pres. dott. D’Ottavi - Est. dott.  Zelger) ha ribadito il principio dell’inapplicabilità della sospensione feriale dei termini ex L. 742/1969 al termine decadenziale ex DPR 1199/1971 per la proposizione del ricorso straordinario al Capo dello Stato, trattandosi, non di un gravame di natura giurisdizionale, ma di un rimedio amministrativo, ancorché giustiziale.

 

Consiglio di Stato, 10.04.2014, n. 1201

 
Costituisce illecito penale il mancato versamento delle ritenute contributive da parte del datore di lavoro, anche a titolo di appropriazione indebita delle ritenute operate alle fonte PDF Stampa E-mail
Venerdì 24 Ottobre 2014 12:31

Nel caso in cui il datore di lavoro omette di effettuare i versamenti all’INPS delle ritenute contributive operate nei confronti dei suoi dipendenti, si configura il reato ex art. 2 L. 638/1983. Invero, il datore di lavoro, in qualità di sostituto di imposta, è incaricato di trattenere la quota contributiva e di versarla all'ente previdenziale. La condotta di tale reato è costituita, dunque, non solo dal mancato versamento all’INPS, ma anche dalla appropriazione indebita delle ritenute operate alla fonte. Pertanto, vi è la condanna del datore di lavoro a mesi 3 e a trecento euro di multa (nel caso di specie applicate le attenuanti generiche e la continuazione).  Ad oggi, l'art. 2 della Legge n. 67 del 28 aprile 2014, delega il Governo ad adottare entro 18 mesi uno o piu' decreti legislativi per la riforma della disciplina sanzionatoria dei reati e per la contestuale introduzione di sanzioni amministrative e civili in ordine ad alcune fattispecie.In particolare il comma 2, lett. c), prevede la trasformazione in illecito amministrativo del reato di cui all'art. 2, comma 1-bis del D.L. n. 463/1983, convertito con modificazioni dalla Legge n. 638/1983, purche' l'omesso versamento delle ritenute non ecceda il limite complessivo di EURO 10.000 annui e preservando il principio per cui il datore di lavoro non risponde a titolo di illecito amministrativo, se provvede al versamento entro il termine di tre mesi dalla contestazione o dalla notifica dell'avvenuto accertamento della violazione.

 

Tribunale di Salerno, n. 1129/14, dott. Perrotta

 
Esame Avvocato 2014 - Fissate le date e le modalità di trasmissione della domanda PDF Stampa E-mail
Sabato 13 Settembre 2014 09:37

Pubblicato in G.U. (n. 71 del 12.09.2014 - 4a Serie speciale concorsi ed esami) il decreto del 11.09.2014,

con il quale viene indetta la sessione di esami anno 2014 per l'iscrizione nell'Albo degli Avvocati.

 

Leggi tutto...
 
Sospesa la riscossione della 2a rata dei Contibuti Minimi 2014 per gli iscritti alla Cassa Forense da meno di 9 anni - Istruzioni operative PDF Stampa E-mail
Sabato 13 Settembre 2014 09:18

Riportiamo qui di seguito il contenuto del Comunicato del Presidente di Cassa Nazionale Forense, avv. Nunzio Luciano, avente ad oggetto le Istruzioni operative a seguito dell'emanazione del Nuovo Regolamento ex art. 21, L. 247/12

"Il Consiglio di Amministrazione di Cassa Forense, nella seduta dell'11 settembre 2014, ha deliberato una serie di interventi urgenti a seguito dell'approvazione del regolamento ex art.21, commi 8 e 9 della legge 247/2012.

Leggi tutto...
 
Pubblicato il D.L. 132/14, al via le misure urgenti per abbreviare i tempi del processo civile PDF Stampa E-mail
Sabato 13 Settembre 2014 07:11

 

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale in data 12.09.2014 del D.L. 132/2014, diventano

efficaci (a partire dal 13.09.2014) le modifiche urgenti al processo civile, predisposte

dal Governo con l'obiettivo dichiarato di abbreviare i tempi del processo e di avvicinarli a quelli delle

realtà giuridiche di altri paesi dell'Unione Europea e di semplificare le procedure esecutive e rendere

così più rapida ed efficace l'esecuzione dei provvedimenti giurisdizionali.

 

Leggi tutto...
 
Lettera del Presidente AIGA Nicoletta Giorgi ai Presidenti di sezione PDF Stampa E-mail
Mercoledì 09 Luglio 2014 21:02

Lettera del Presidente AIGA Nicoletta Giorgi ai Presidenti di Sezione

all'esito del Consiglio Direttivo Nazionale di Stromboli

 
La Giustizia telematica nel quadro dell'Amministrazione Digitale PDF Stampa E-mail
Sabato 14 Giugno 2014 10:38

Aiga Salerno segnala che Mercoledì 18 Giugno 2014 dalle ore 8:30, presso il Salone dei Marmi

del Palazzo di Città di Salerno, si terrà un interessante incontro sul tema

"La Giustizia telematica nel quadro dell'Amministrazione Digitale (lo stato dell'arte

e le prospettive di sviluppo dei servizi online per la competitività del paese)"

Leggi tutto...
 
Il Sovraffollamento carcerario alla scadenza della sentenza Torreggiani PDF Stampa E-mail
Giovedì 05 Giugno 2014 17:08

IL SOVRAFFOLLAMENTO CARCERARIO

ALLA SCADENZA DELLA SENTENZA TORREGGIANI

di Chiara Zucchetti e Fabrizio Di Zozza – Giunta Nazionale Aiga

 

Leggi tutto...
 
Storico riconoscimento della Suprema Corte del diritto al risarcimento del “danno alla vita” come danno da morte propria, come tale trasmissibile iure hereditatis e risarcibile agli eredi per equivalente PDF Stampa E-mail
Lunedì 17 Marzo 2014 20:47

Con una lunga ed articolata motivazione di quasi cento pagine, la Corte di Cassazione, con la storica sentenza nr.1361 del 23/1/2014, ha riconosciuto per la prima volta, esplicitamente, il diritto al risarcimento del “danno alla vita” in quanto tale ovvero

Leggi tutto...
 
La contumacia della parte nel processo presupposto non esclude il suo diritto a richiedere l’equa riparazione per l’ingiusta durata del processo ex art. 6 CEDU PDF Stampa E-mail
Lunedì 17 Marzo 2014 20:51

Le Sezioni unite, componendo un contrasto insorto tra le Sezioni Semplici, enuncia - in maniera per certi versi sorprendente - il principio secondo il quale la contumacia della parte nel procedimento presupposto non preclude il riconoscimento del diritto all’equa riparazione per irragionevole durata del processo.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 4